fbpx
absolutegamer

Fallito l’Ultimo Tentativo della FTC di Bloccare l’Acquisizione di Activision Blizzard da Parte di Microsoft

La Federal Trade Commission (FTC) statunitense ha visto respinto quello che potrebbe essere il suo ultimo tentativo di bloccare l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft.

Poche ore dopo che il giudice distrettuale statunitense Jacqueline Scott Corley, che ha presieduto il caso principale, ha respinto la richiesta iniziale della FTC di appellarsi contro la sentenza di Microsoft e Activision Blizzard di questa settimana, la Corte d’Appello del Nono Circuito ha respinto la richiesta di un provvedimento d’urgenza.

Notiziario: L’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft è ormai cosa fatta?

“La richiesta di ingiunzione è respinta”, si legge nel documento della Corte d’Appello del Nono Circuito. “L’attuale calendario delle udienze rimane in vigore”.

Ciò significa che Microsoft è libera di procedere all’acquisizione negli Stati Uniti, anche se se non lo farà entro la fine del 18 luglio sarà necessario rinegoziare i termini dell’acquisizione con Activision.

“Apprezziamo la rapida risposta del Nono Circuito che ha respinto la mozione della FTC per ritardare ulteriormente l’accordo”, ha dichiarato a The Verge il vicepresidente e presidente di Microsoft, Brad Smith. “Questo ci porta un altro passo avanti verso il traguardo di questa maratona di revisioni normative globali”.

Ieri, la Competition and Markets Authority britannica ha prorogato la scadenza per la decisione finale sull’offerta di acquisto di Activision Blizzard da parte di Microsoft.

L’autorità di regolamentazione avrebbe dovuto bloccare formalmente l’operazione – come annunciato in precedenza – il 18 luglio, ma nel frattempo Microsoft ha presentato una proposta “dettagliata e complessa” con cambiamenti nelle circostanze. Per questo motivo, la CMA si prenderà altre sei settimane per esaminare la nuova proposta, con un periodo rivisto che terminerà il 29 agosto.

Leggi di più su www.eurogamer.net